Home / Panoramica

Panoramica

Una città amica è una città che permette a tutti di vivere i suoi spazi.

Mobilità è possibilità di muoversi liberamente negli spazi urbani, indipendentemente dall’età e dalle capacità motorie. Le persone che ne hanno diritto possono richiedere l’autorizzazione speciale per la sosta e per la circolazione nelle aree a traffico limitato.

Per visualizzare gli stalli per la sosta riservata ai disabili clicca qui.

Cos’è il permesso disabili

contrassegno-europeo-cude

L’art. 1 del DPR 151 del 30.07.2012, intervenuto a modificare l’art. 381 del DPR 495 del 16.12.1992 (regolamento di esecuzione e attuazione del nuovo codice della strada), stabilisce che per la circolazione e la sosta dei veicoli a servizio delle persone invalide con capacità di deambulazione impedita, o sensibilmente ridotta, il comune rilascia apposita autorizzazione, previo specifico accertamento sanitario.

Il contrassegno, denominato C.U.D.E, è strettamente personale, non legato ad un veicolo, dunque non è rilasciabile a soggetti giuridici diversi; Il contrassegno va esposto in originale sul parabrezza anteriore del veicolo quando il disabile è alla guida o è a bordo del veicolo accompagnato da terzi;

Restano invariate le facilitazioni, a cui hanno diritto i titolari del contrassegno, ai sensi della normativa vigente:

  • parcheggio negli stalli riservati per i veicoli al servizio delle persone disabili;
  • transito e la sosta nelle zone a traffico limitato ricordandosi di registrare la targa ( art 11/4^ D.P.R. 24/07/1996 N.503);
  • transito nei percorsi nelle corsie e strade preferenziali destinate ai mezzi pubblici dove transitano anche i taxi (Art. 11 D.P.R. 24/07/1996 n. 503 ricordandosi di registrare la targa, vedi sito www.amt.genova.it );
  • deroga all’obbligo del rispetto dei limiti di tempo se il veicolo è lasciato in sosta nelle aree di parcheggio a tempo determinato
  • La sosta in tutti i parcheggi a pagamento in concessione alla Genova Parcheggi Spa(disciplinare della sosta a pagamento su suolo pubblico approvato con D.G.C 163/2014).
  • Permangono i divieti di sosta previsti in generale dal CdS:
    • sui marciapiedi;
    • negli spazi per i mezzi pubblici (corsie e fermate bus e/o taxi), o nei posteggi merci;
    • negli spazi riservati ai mezzi di soccorso e di polizia;
    • in generale in ogni luogo dove la sosta rechi comunque grave intralcio.

Destinatari e modalità

  • A chi serve: ai cittadini che ai sensi del D.P.R. 495/92 abbiano capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta ed ai non vedenti (D.P.R. 503/96). Il contrassegno é strettamente personale, non é vincolato ad uno specifico veicolo ed ha valore su tutto il territorio nazionale.
  • Quando serve: durante gli spostamenti del disabile con autoveicolo, anche accompagnato. Il contrassegno non può essere utilizzato da soggetti diversi dal titolare.
  • Quanto dura: se l’invalidità é permanente dura 5 anni, altrimenti é pari alla durata del periodo di invalidità attestata dalla certificazione dell’Azienda Sanitaria Locale di appartenenza, tranne i casi di invalidità temporanea la cui durata é pari al periodo di sensibile deambulazione ridotta.
  • Come si fa per ottenerlo: bisogna compilare la domanda (vedi sezione modulistica) carta d’identità in corso di validità, e certificato legale rilasciato dalla Azienda Sanitaria Locale competente per zona attestante la deambulazione sensibilmente ridotta. Per il rinnovo vale la stessa procedura ma in questo caso se il contrassegno in scadenza ha la durata di cinque anni il certificato può essere quello del medico di famiglia ( utilizzando modello C4) che attesti il perdurare delle condizioni invalidanti. È possibile presentare in sostituzione del certificato dell’Asl, quello della commissione medico-legale dove risulta attestato lo stato di invalidità e quindi la deambulazione sensibilmente ridotta.

ATTENZIONE!!!

  1. Il Disciplinare per il rilascio dei contrassegni disabili approvato da Delibera di Giunta Comunale n ° 163/2014, seguendo i dettami del DPR 151/2013 (il C.U.D.E è a tutti gli effetti un documento di riconoscimento e non può essere rilasciato per delega) e della DGR 1030/2013 (non hanno diritto al rilascio del contrassegno le persone  allettate e/o barellate) ha imposto il rilascio del contrassegno con l’obbligatorietà della  presenza della persona disabile presso l’ufficio preposto.
  2. Si precisa che nel Comune di Genova, i veicoli al servizio della persona disabile, titolare del contrassegno speciale, possono posteggiare gratuitamente nelle AREE BLU e ISOLE AZZURRE, quando il posteggio disabili è già occupato da altro veicolo. Questa possibilità NON si applica per i posteggi a pagamento presenti nell’area di P.zza della Vittoria

Norma di riferimento

  • art. n° 188 del Nuovo Codice della Strada D.L. 285/1992;
  • art. n° 381 del Regolamento di Esecuzione e Attuazione del Nuovo Codice della Strada D.P.R. 495/1992.
  • D.P.R. 30 luglio 2012 n. 151.
  • Delibera Regionale n. 1030/13 (nuovi criteri medico-legali per il rilascio contrassegno disabili)
  • Delibera di Giunta Comunale n. 54/13 (affidamento a Genova Parcheggi del rilascio contrassegni disabili).
  • Delibera di Giunta Comunale n°163/14(approvazione schema contratto di servizio Comune di Genova/Genova Parcheggi spa)

Attenzione:

Per l’ingresso nella Ztl Centro Storico la comunicazione dell’avvenuto accesso, entro e non oltre i 7 giorni dal transito, dovrà essere consegnata a mano, per posta mail o fax a:

Genova Parcheggi Spa
Viale Brigate Partigiane 1
16129 Genova
Fax : 0105398885
servizioclienti@gepark.com

allegando copia del documento d’identità, libretto di circolazione e copia del contrassegno d’invalidità.

Link correlati

Norme di utilizzo
Istanza di dissequestro

Documenti allegati

pdf-icon Contrassegno disabili – Guida all’uso

Print Friendly