Home / Panoramica

Panoramica

Una città amica è una città che permette a tutti di vivere i suoi spazi.

Mobilità è possibilità di muoversi liberamente negli spazi urbani, indipendentemente dall’età e dalle capacità motorie. Le persone che ne hanno diritto possono richiedere l’autorizzazione speciale per la sosta e per la circolazione nelle aree a traffico limitato.

Per visualizzare gli stalli per la sosta riservata ai disabili clicca qui.

Cos’è il permesso disabili

contrassegno-europeo-cude

L’art. 1 del DPR 151 del 30.07.2012, intervenuto a modificare l’art. 381 del DPR 495 del 16.12.1992 (regolamento di esecuzione e attuazione del nuovo codice della strada), stabilisce che per la circolazione e la sosta dei veicoli a servizio delle persone invalide con capacità di deambulazione impedita, o sensibilmente ridotta, il comune rilascia apposita autorizzazione, previo specifico accertamento sanitario.

Il contrassegno, denominato C.U.D.E, è strettamente personale, non legato ad un veicolo, dunque non è rilasciabile a soggetti giuridici diversi; Il contrassegno va esposto in originale sul parabrezza anteriore del veicolo quando il disabile è alla guida o è a bordo del veicolo accompagnato da terzi;

Destinatari e modalità

  • A chi serve: ai cittadini che ai sensi del D.P.R. 495/92 abbiano capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta ed ai non vedenti (D.P.R. 503/96). Il contrassegno é strettamente personale, non é vincolato ad uno specifico veicolo ed ha valore su tutto il territorio nazionale.
  • Quando serve: durante gli spostamenti del disabile con autoveicolo, anche accompagnato. Il contrassegno non può essere utilizzato da soggetti diversi dal titolare.
  • Quanto dura: se l’invalidità é permanente dura 5 anni, altrimenti é pari alla durata del periodo di invalidità attestata dalla certificazione dell’Azienda Sanitaria Locale di appartenenza, tranne i casi di invalidità temporanea la cui durata é pari al periodo di sensibile deambulazione ridotta.
  • Come si fa per ottenerlo:  documenti da presentare per il rilascio contrassegno disabile permanente. Il contrassegno permanente ha una validità di cinque anni
    • Certificazione medica rilasciata dall’ufficio medico legale della Azienda Sanitaria Locale n. 3 Genovese in cui sia indicato che il diritto al contrassegno invalidi è riconosciuto “permanente” o verbale ASL Legge 104/92 o verbale INPS L.102/09 se vi è indicato che la persona ha “capacità di deambulazione / motorie sensibilmente ridotta” ex art.381 del regolamento al CDS e che la persona è “non rividibile” (ovvero che è rividibile specificamente per il rilascio/rinnovo del contrassegno parcheggio per disabili);
    • documento d’identità del richiedente disabile (che si deve presentare di persona presso l’ufficio preposto per il rilascio del contrassegno);
    • eventuale documento d’identità del curatore/tutore;
    • N. 2 fotografie recenti in formato fototessera (una da apporre sul retro dell’autorizzazione e una sull’istanza;)

    Documenti da presentare per il rinnovo contrassegno disabile permanente

    • Certificato medico curante su modulo C4 (presente nella sezione modulistica) che confermi il persistere delle condizioni sanitarie che ne hanno dato luogo al rilascio;
    • documento d’identità del richiedente disabile;
    • eventuale documento d’identità del curatore/tutore;
    • N. 2 fotografie recenti in formato fototessera (una da apporre sul retro dell’autorizzazione e una sull’istanza;)

    Al momento della consegna del contrassegno rinnovato è necessario restituire il vecchio contrassegno.

    Documenti da presentare per il rilascio/rinnovo del contrassegno disabili temporaneo

    Il contrassegno temporaneo ha una validità riconosciuta dall’apposito certificato per un periodo inferiore ai cinque anni.

    • Certificazione medica rilasciata dall’ufficio medico legale della Azienda Sanitaria Locale n. 3 Genovese in cui sia indicato che il diritto al contrassegno invalidi è riconosciuto “temporaneo” o verbale ASL Legge 104/92 o verbale INPS L.102/09 se vi è indicato che la persona ha “capacità di deambulazione / motorie sensibilmente ridotta” ex art.381 del regolamento al CDS e che la persona è  “rividibile” (espressamente per il contrassegno);
    • documento d’identità del richiedente disabile;
    • eventuale documento d’identità del curatore/tutore;
    • N. 2 fotografie recenti in formato fototessera (una da apporre sul retro dell’autorizzazione e una sull’istanza;)

     Al momento della consegna del contrassegno rinnovato è necessario restituire il vecchio contrassegno.

    In tutti i casi il D.P.R. n° 151/2012 prevede espressamente sul retro la firma del disabile richiedente. Pertanto non è possibile procedere al rinnovo del contrassegno per delega.

Informazioni utili:

A) Il contrassegno speciale deve essere esposto in originale sulla parte anteriore del veicolo a specifico servizio della persona disabile titolare del contrassegno, ed è vietato l’uso di fotocopie

B) La validità massima del contrassegno speciale è di 5 anni, salvo durate inferiori per le autorizzazioni temporanee

C) La normativa italiana prevede che il contrassegno speciale consente ai veicoli al servizio di persone invalide disabili titolari del contrassegno di: 1) Sostare nei posteggi riservati agli invalidi (esclusi quelli “personalizzati” individuati dal numero del contrassegno) 2) Sostare senza limiti di tempo nelle aree di parcheggio a tempo determinato 3) Transitare nelle Zone a Traffico Limitato e nelle Aree Pedonali (qualora è autorizzato l’accesso anche ad una sola categoria di veicoli per l’espletamento di servizi trasporto di pubblica utilità) e sostare, entro i limiti tracciati, all’interno della stessa Z.T.L. 4) Sostare, entro i limiti tracciati, nelle Zone a Sosta Limitata 5) Transitare nei percorsi preferenziali o le corsie preferenziali riservate, oltre che ai mezzi di trasporto pubblico collettivo di persone, anche ai Taxi

D) Il contrassegno speciale è strettamente personale, viene rilasciato ai soli residenti del Comune di Genova, ha validità in tutta la Comunità Europea non è vincolato ad uno specifico veicolo

E) Il contrassegno speciale, in caso di perdita dei requisiti patologici, di trasferimento di residenza, scadenza, decesso dell’interessato, deve essere restituito all’ufficio competente

F) La persona disabile o chi per esso, nel caso in cui il contrassegno speciale sia ritirato per sequestro cautelare ex art. 16 L. 24-11-1981 n° 689 o per accertamenti relativi all’uso improprio di cui all’art. 188, cc. 4 e 5, dovrà rivolgersi all’ufficio amministrativo della Polizia Municipale in Via di Francia 1 – 9° piano

G) In caso di duplicato emesso per furto o smarrimento, il contrassegno dovrà essere restituito nel caso di ritrovamento dell’originale.

H) Si precisa che nel Comune di Genova, i veicoli al servizio della persona disabile, titolare del contrassegno speciale, possono posteggiare gratuitamente nelle AREE BLU e ISOLE AZZURRE, quando il posteggio disabili è già occupato da altro veicolo. Questa possibilità NON si applica per i posteggi a pagamento presenti nell’area di P.zza della Vittoria.

I) La comunicazione della targa, contestualmente alla richiesta di rilascio del contrassegno è facoltativa. La stessa, se indicata, sarà inserita nella lista degli autorizzati all’accesso nel Centro Storico e, con l’invio in maniera automatica ad AMT spa, anche al transito nelle Corsie Gialle. Sulla base della DGC 276/2015, per ragioni di sicurezza, è fatto divieto di transitare lungo le corsie riservate ai ciclomotori e motocicli a due ruote quindi è esclusa la registrazione al transito su Corsie Gialle per dette categorie. Per eventuali comunicazioni in merito alla registrazione si prega di contattare il Servizio Clienti Genova Parcheggi spa indirizzo e-mail servizioclienti@gepark.comfax 0105398885 oppure il servizio clienti AMT spa all’indirizzo e-mail whitelist@amt.genova.it.

L) Tutti gli utenti ai quali viene rilasciato un contrassegno C.U.D.E. che sono già titolari di un parcheggio personalizzato, dovranno contattare la Direzione Mobilita e Traffico per far modificare il numero di concessione: la persona da contattare è Sig.ra Leonarduzzi al numero 0105573341 o all’indirizzo e-mail: eleonarduzzi@comune.genova.it

M) Il Disciplinare per il rilascio dei contrassegni disabili approvato da Delibera di Giunta Comunale n ° 163/2014, seguendo i dettami del DPR 151/2013 (il C.U.D.E è a tutti gli effetti un documento di riconoscimento e non può essere rilasciato per delega) e della DGR 1030/2013 (non hanno diritto al rilascio del contrassegno le persone  allettate e/o barellate) ha imposto il rilascio del contrassegno con l’obbligatorietà della  presenza della persona disabile presso l’ufficio preposto.

Norma di riferimento

  • art. n° 188 del Nuovo Codice della Strada D.L. 285/1992;
  • art. n° 381 del Regolamento di Esecuzione e Attuazione del Nuovo Codice della Strada D.P.R. 495/1992.
  • D.P.R. 30 luglio 2012 n. 151.
  • Delibera Regionale n. 1030/13 (nuovi criteri medico-legali per il rilascio contrassegno disabili)
  • Delibera di Giunta Comunale n. 54/13 (affidamento a Genova Parcheggi del rilascio contrassegni disabili).
  • Delibera di Giunta Comunale n°163/14(approvazione schema contratto di servizio Comune di Genova/Genova Parcheggi spa)
  • Delibera di Giunta Comunale n° 148/16( aggiornamento della disciplina per il rilascio dei contrassegni disabili- obbligo presenza disabile).
  • Delibera di Giunta Comunale n° 86/18( aggiornamento della disciplina per il rilascio dei contrassegni disabili)

Link correlati

Norme di utilizzo
Istanza di dissequestro

Documenti allegati

pdf-icon Contrassegno disabili – Guida all’uso

pdf-icon Delibera di Giunta Comunale n° 148/2016

Print Friendly, PDF & Email