Home / Regole

Regole

Contrassegno

Tutti i contrassegni saranno rilasciati presso gli uffici di Genova Parcheggi, via Brigate Partigiane 1, dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 16,30.

Il contrassegno verrà rilasciato previa consegna della documentazione e della cifra indicata nella tabella tariffe. Il pagamento può avvenire in contanti o bancomat.

I residenti nella Blu Area, possono scaricare la documentazione da questo sito.

Ogni contrassegno ha validità annuale. Il rinnovo deve essere richiesto a partire da 30 giorni prima della scadenza.

I contrassegni devono essere restituiti nel caso in cui non si abbia più diritto a usufruirne (cambio di residenza, cambio del veicolo).

PRINCIPI GENERALI:

Vengono innanzitutto definiti i seguenti criteri generali validi per ogni tipologia di abbonamento / tariffazione nel seguito descritta:

 Per ciascun veicolo è possibile rilasciare una sola autorizzazione (ad eccezione di un mezzo cointestato);

 Ciascuna persona può richiedere un abbonamento residenti per una sola zona;

 L’abbonamento si configura come mera agevolazione tariffaria e non dà diritto a prelazione sulla sosta;

 L’abbonamento a favore dei residenti costituisce una semplice agevolazione tariffaria e non assicura il reperimento di un posto di sosta nella zona di riferimento. Inoltre, il costo di tale abbonamento corrisponde ad un parziale rimborso delle spese sostenute per la predisposizione del relativo contrassegno e ad una quota del costo del servizio di controllo del corretto utilizzo delle aree sottoposte a pagamento della sosta.

 L’acquisto di qualsiasi abbonamento regolamentato nel presente disciplinare dà diritto a titolo gratuito per ogni anno ad una sola riemissione / duplicato per qualsivoglia motivo, anche temporaneo, (es. furto o smarrimento, cambio veicolo, cambio residenza, cambio seconda zona opzionabile, auto sostitutiva temporanea, ecc.) da applicarsi ad ogni singolo soggetto richiedente avente un tagliando con targa. In caso si sia già usufruito della remissione a titolo gratuito, se fosse necessario un ulteriore rilascio di un abbonamento annuale con targa si procederà come segue: » qualora il nuovo permesso si riferisse ad una zona con scadenza entro i tre mesi successivi, il richiedente dovrà pagare il rateo corrispondente a copertura di tale periodo più la tariffa annuale dell’abbonamento come definita nel presente disciplinare; » in caso contrario il pagamento sarà di 15,00 € per il nuovo rilascio e al momento della scadenza il richiedente dovrà provvedere al consueto rinnovo; Nel caso di riemissione/duplicati di contrassegni senza targa o riportanti più targhe il costo è in ogni caso di 15,00 €.

 L’abbonamento di cui ai punti precedenti dovrà essere posto nella parte anteriore del veicolo in posizione ben visibile.

DISPOSIZIONI AGGIUNTIVE IN CASO DI ALLERTA METEO – IDROGEOLOGICO:
In caso di allerta “Arancione” e “Rossa” meteo-idrogeologico, emanata dalla Protezione Civile per il territorio del Comune di Genova, tutti i possessori di tagliandi Blu Area A, B, C, R e T, esclusivamente nei casi in cui tali zone siano state opzionate come prima scelta (es. AL – CF – CG ecc.), nonché i possessori di tagliandi Blu Area FB e FC, hanno diritto a parcheggiare gratuitamente in tutte le zone Blu Area, a partire da 3 ore prima della decorrenza dell’allerta e fino alle ore 12 del giorno successivo della cessata allerta.

AUTO CON TARGHE STRANIERE:

Il Codice della strada dice che è vietato, a chi ha stabilito la residenza in Italia da oltre sessanta giorni, circolare con un veicolo immatricolato all’estero .

Come si evince dalla normativa , il divieto è generalizzato a chiunque risiede in Italia da oltre due mesi, senza eccezioni (se non quelle che elencheremo nei prossimi paragrafi);

La norma si applica anche a chi abbia la doppia residenza o cittadinanza: se la persona è iscritta da più di sessanta giorni nei registri anagrafici italiani, ai fini dell’applicazione delle sanzioni previste per la violazione del divieto, egli è residente in Italia e tale iscrizione rileva ai fini della norma di cui parliamo.

Il divieto di circolare in Italia con targa straniera soffre alcune eccezioni, che riguardano:

  • veicoli concessi in leasing o in locazione senza conducente da parte di un’impresa costituita in un altro Stato membro dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo che non ha stabilito in Italia una sede secondaria o altra sede effettiva;
  • veicoli concessi in comodato a un soggetto residente in Italia e legato da un rapporto di lavoro o di collaborazione con un’impresa costituita in un altro Stato membro dell’Unione europea o aderente allo Spazio economico europeo che non ha stabilito in Italia una sede secondaria od altra sede effettiva.

 

Print Friendly, PDF & Email